• per parole chiave
  • per testo libero
Torna alla home di BigMat
28/07/21

Il know-how di BigMat Alfano per la casa del futuro

Realizzare un prototipo di casa in legno ecologica, sostenibile, energeticamente autosufficiente ed efficiente: con questo obiettivo l’Università della Calabria ha dato vita al progetto di ricerca e sviluppo Z-NEWh (Zero Net Energy Wood house) che vede coinvolto anche BigMat Alfano di Amantea (CS). Grazie alla sua esperienza ed expertise, la realtà calabrese supporterà i lavori del Gruppo di Ricerca di Sistemi Elettrici per l’Energia e di Creta Energie Speciali, spin off dell’ateneo calabrese, e si occuperà della costruzione del prototipo: «Realizzeremo la struttura e metteremo in campo tutto il nostro know-how e le competenze tecniche acquisite in dieci anni nella costruzione e ristrutturazione di abitazioni in legno» come spiega il titolare Rocco Alfano.

Una scelta, quella del legno, dovuta alla sua notevole presenza nel territorio calabrese, con conseguenti benefici economici per l’area, oltre che alle caratteristiche di questa risorsa che ne fanno un materiale da costruzione ideale dal punto di vista strutturale, dal punto di vista delle funzioni energetiche e da quello logistico, dal momento che è leggero e per questo adatto alla prefabbricazione e al trasporto.

Grazie all’utilizzo di tecnologie impiantistiche innovative, Zero Net Energy Wood house sfrutterà diversi fonti di energia rinnovabile per garantirne la piena operatività anche in assenza di collegamento alla rete elettrica, permettendo all’abitazione di essere completamente autosufficiente dal punto di vista energetico. Saranno così installati impianti fotovoltaici, microeolici oltre a un sistema di accumulo da auto elettriche, un impianto domotico e un sistema di integrazione e controllo delle risorse energetiche (nanogrid).

Un insieme di soluzioni costruttive e tecnologiche sviluppate in modo da garantire le caratteristiche di modularità, flessibilità, riadattabilità e facilità d’installazione e manutenzione dei moduli abitativi sia per la parte strutturale -edile sia per la parte di impiantistica. Tutto questo permetterà di utilizzare il modulo abitativo in più contesti e condizioni climatiche, compresi i villaggi isolati privi di infrastrutture di rete, dove sarà possibile creare dei sistemi abitativi aggregati, o gli accampamenti temporanei predisposti in casi di emergenza.

Maggiori informazioni sul sito di Creta Energie Speciali